Software per negozio di abbigliamento?

12 Giugno 2020 Roberta Fabozzi

Software per negozio di abbigliamento cercasi. Se hai un e-commerce nel settore dell’abbigliamento sai perfettamente che dietro c’è un lavorio non indifferente. Se invece hai intenzione di aprirlo, allora ti conviene leggere questo articolo!

C’è da dire che qualunque sia la tua attività commerciale, nella maggior parte dei casi avrai bisogno di gestire un magazzino con tutto ciò che ne consegue. La cosa fondamentale è il controllo circa la movimentazione della merce, un’operazione impegnativa che non ammette errori, in quante le conseguenze possono finire per intaccare il tuo business.

Immagina la tua attività come una catena e ogni singolo passaggio rappresenta i singoli anelli che la compongono; cosa succederebbe se uno di essi di spezzasse?

Fuori di metafora, tieni presente che la gestione di tutta la fase di produzione va seguita con accortezza. Ecco per ti serve un buon software gestionale, e il discorso non cambia anche nel caso di un e-commerce di abbigliamento.

Vi diamo perciò il benvenuto al nostro articolo su come scegliere un software per negozio di abbigliamento; come funziona? Quali sono i criteri di selezione?

Software per negozio di abbigliamento: come sceglierlo?

Gestire un negozio di abbigliamento non è semplice come sembra, anzi, richiede notevole impegno affinché l’attività decolli. Intraprendendo questa carriera avrai a che fare con diverse situazioni, qualche volta ostacoli da superare, dipendenti da assumere, CV da valutare.

Nondimeno, anche la gestione della merce richiede il suo contributo; devi imparare a stabilire il punto di riordino, in modo da sapere con certezza quando arriva il momento di fare rifornimento della merce. Questo significa che devi conoscere bene anche come funziona l’analisi ABC.

Ovviamente, tenere tutto sotto controllo a mano può essere difficile; inevitabilmente qualcosa può sfuggire e, cosa dicevamo sugli anelli di una catena?

Il modo migliore per non perdere pezzi lungo la strada è scegliere un buon software gestionale. Abbiamo raccolto qui qualche consiglio utile per aiutarti nella scelta del tuo prossimo software per negozio di abbigliamento.

1 Carico prodotti:

Prima di tutto, quando stai scegliendo un software per negozio di abbigliamento avrai bisogno di caricare molti prodotti. Che sia un franchising o no, immagina solo per un momento la quantità di vestite, scarpe e accessori in vari colori e taglie da tenere in magazzino.

In questo caso, scegli un software che abbia la possibilità di caricare un buon numero (un numero illimitato è il top) di prodotti. In questo modo, hai la certezza di riuscire a tracciare tutta la tua merce senza perderti nemmeno un capo, semplicemente associando al prodotto in giacenza un codice ID.

2 Scarico di prodotti:

Così com’è importante poter caricare i prodotti in giacenza, è altrettanto importante fare il punto sullo scarico di prodotti medio giornaliero e completare in quadro su tutta la movimentazione che si presenta sotto la dicitura dello storico dei movimenti.

3 Reso prodotti

Potrebbe succedere che qualche cliente chieda il reso di alcuni prodotti acquistati. Anche in questo caso un buon software per negozio di abbigliamento deve contenere questa funzione.

In particolare, è importante poter controllare i resi suddivisi per data, e illimitatamente per tutta la merce in vendita.

4 Gestione fornitori

Il rapporto con i fornitori è gioia e dolore di ogni magazzino. Anche questa funzione è importante per un software di negozio di abbigliamento. Nel caso tu sia a capo di un magazzino molto grande, è probabile che il tuo team sarà composto anche di un responsabile magazzino, fra i cui compiti rientra anche la gestione diretta con i fornitori.

Il software dovrà essere in grado di inserire, modificare, eliminare e cercare nel database i fornitori.

5 Gestione clienti

Questa è una funzione estremamente importante e non solo per velocizzare la ricerca di un cliente abituale. Tramite la registrazione dei suoi dati avrai a tua disposizione esattamente tutto ciò che ti serve per vendere senza margine di errore, conoscendo perfettamente il tuo target.

Ma per invogliare un cliente a lasciarti i suoi dati per la registrazione, il marketing si spreca; hai mai sentito parlare delle fidelity card? Tutti noi ne possediamo almeno una, che ci permette di raccogliere punti su ogni acquisto effettuato che dopo un certo limite si trasformano in sconti anche vantaggiosi.

E mentre il cliente raccoglie punti, tu raccogli dati che possono tornarti utili per conoscere le sue abitudini di acquisto.

6 Gestione magazzino (etichette, prezzi, categorie.. )

Abbiamo catalogato sotto una dicitura generica di “gestione magazzino” alcuni elementi “burocratici” riguardo la creazione eventuale di categorie per prodotti, in modo da poterli suddividere in base alla tipologia di appartenenza.

Così come un software gestionale magazzino deve poter consentire lo scarico delle etichette contenenti sia tutte le informazioni sul prodotto che il prezzo. Si possono stampare anche le etichette personalizzate per criptare il prezzo.

7 Monitoring

Oltre la questione puramente gestionale del piano operativo, è importante controllare i risultati che si portano a casa. Un buon software gestionale è in grado di calcolare l’andamento di tutto ciò che abbiamo detto sopra e presentarti statistiche affidabili per renderti conto di come sta procedendo la tua attività, se rientri con i costi, come vanno le vendite e qual è il margine di profitto.

8 Modulo fatture

Diciamoci la verità, la parte di contabilità scoccia tutti seppure indispensabile. Un software gestionale ti aiuta anche in questo senso, tramite la creazione, modifica, eliminazione ed emissione delle tue fatture.

9 Backup dei dati

Come avrai sicuramente capito e anche sperimentato sulla tua pelle, la mole dei dati da registrare è bella grossa. Ecco perché se la perdessi sarebbe un vero disastro. Eppure, può capitare di dover aggiornare i computer, e in quel caso ti servirà fare backup per conservare dati. Il team di sviluppatori di Softshop ha fatto reso possibile quest’operazione anche off-line, per non correre il rischio di perdere tutto in caso di problemi di connessione.

10 Assistenza

Dulcis in fundo, quanto è importante avere l’assistenza quando si sceglie un software gestionale? Semmai qualcosa andasse storto in fase di download o durante l’utilizzo, è importante poter contare su un tecnico per risolvere il problema.

Conclusioni

E questi erano i nostri 10 consigli per scegliere un buon software gestionale per negozi di abbigliamento. Continua tu nei commenti se ne trovi altri!

Responsabile magazzino: che lavoro fa?

18 Marzo 2020 Roberta Fabozzi

Responsabile magazzino: che lavoro fa? Una domanda molto quotata cui cercheremo di dare una risposta. Vediamo insieme, passo dopo passo, in cosa consiste nello specifico questa posizione. Per gestire al meglio un magazzino occorrono diverse figure, fra cui un addetto che supervisioni tutte le aree della struttura.

Obiettivo di questo lavoro consiste nel garantire il perfetto funzionamento della struttura magazzino; sarà compito dell’addetto responsabile controllare che ogni passaggio venga effettuato correttamente, organizzando il flusso merci, ricezioni- spedizioni, gestendo il personale del magazzino.

L’addetto, avrà la responsabilità di seguire tutti i seguenti passaggi della catena logistica aziendale all’interno di un magazzino:

  • Ricezione merci
  • Controllo merci
  • Stoccaggio merci
  • Picking merci
  • Imballaggio merci
  • Spedizione merci

Ciascun passaggio è funzionale al corretto andamento del magazzino, e deve essere svolto sulla base dei seguenti parametri:

  • Standard di qualità
  • Velocità delle operazioni
  • Livello di giacenza
  • Misurazione performance

Ciò vuol dire che l’addetto avrà il compito di gestire il transito merci tenendo sempre chiaro quelli che sono gli obiettivi aziendali. Tutti i prodotti in giacenza dovranno necessariamente rispettare i termini di consegna e spedizione; e per monitorare efficientemente ogni step, avrà anche l’incarico di visionare le performance finali della struttura.

Responsabile magazzino e gestione del personale

Oltre il controllo merci, rientra, inoltre, fra i suoi compiti la gestione del personale, e quindi sovrintenderà anche il lavoro dei magazzinieri e di tutti gli addetti alla logistica all’interno del deposito. Sotto le sue direttive, ci sono anche tutti gli impiegati all’ufficio spedizione; i fornitori, corrieri e ogni addetto esterno al carico/ scarico dipenderanno da lui.

responsabile magazzino

Anche le turnazioni di lavoro del personale verranno organizzate e coordinate dal responsabile, così pure sarà suo compito aggiornare gli inventari. Nondimeno, il responsabile si preoccuperà che ogni suo sottoposto lavori rispettando le norme di sicurezza sul lavoro.

Fra le sue responsabilità, rientra anche la gestione del budget; potrebbe, infatti, scegliere di allocare differentemente le risorse a disposizione, a seguito di monitoraggio performance, con lo scopo di ottimizzare i processi.

Se ti è piaciuto questo articolo, lasciaci un commento!

Sicurezza del Magazzino cosa è?

27 Febbraio 2020 Alex

Saper gestire il magazzino è fondamentale nonostante ancora ad oggi sono davvero tante le persone che pensino il contrario. Una gestione del magazzino impeccabile è essenziale se si vuole avere con il tempo successo nel proprio business. In poche parole, se il tutto viene gestito al peggio il denaro che si può perdere è sostanzioso.

La gestione del magazzino è un’attività che alla fin dei conti per un motivo o l’altro richiede la valutazione di molti aspetti per essere condotta efficacemente. Eppure, purtroppo, sono ancora molte le aziende che non hanno ancora capito l’importanza di una logistica efficiente e necessità di andare ad investire denaro e risorse per cercare di ottimizzarla il più possibile. Gestire un magazzino contrariamente a quanti in tanti pensano non vuol dire solo a limitarsi all’amministrazione di prodotti che escono ed entrano o agli spazi di stoccaggio.

La gestione del magazzino comprende anche il lavoro di manutenzione, formazione dello staff e altre varie attività importanti come:

  • Ricezione;
  • Trasporto;
  • Controllo scorte;
  • Distribuzione merce.

Un sacco di operazioni, compiti e diverse competenze.

Esistono dei punti importantissimi che non vanno trascurati per nessuna ragione al mondo per gestire al meglio il magazzino, ovvero:

  1. Documenti di gestione del magazzino
  2. Magazzinieri e personale addetto
  3. Sicurezza del magazzino
  4. Logistica del magazzino

Noi ora qui sotto analizzeremo una questione molto importante, non altro che la sicurezza del magazzino un aspetto poco curato che ai tempi d’oggi è invece fondamentale curare al meglio delle proprie possibilità. Pronti?

Sicurezza del Magazzino: la sua importanza non è da trascurare

Innanzitutto per avere un magazzino sicuro sempre pulito, organizzato e ordinato ci sono degli step da seguire che ora vi elencheremo nel dettagliato qui sotto.

  • Le zone di transito devono tassativamente essere tenute libere da detriti, imballaggi, macchinari per la movimentazione o qualsiasi altro ostacolo che possa provocare incidenti;
  • Pulizia dei pavimenti avendo cura sopratutto e prontezza di intervento in caso di presenza di olio, acqua, prodotti di pulizia e tutto ciò che possa provocare un infortunio, caduta o ostacolare lo svolgimento normale dell’attività lavorativa.

Essenziale, ma anche obbligatorio, è quello di implementare un corso per quanto riguarda la sicurezza che vada a soddisfare le esigenze del caso specifico. Qualsiasi addetto deve essere formato al meglio prima di iniziare a mettersi a lavoro. Non meno importanti risultano essere i corsi di formazione dedicati all’utilizzo sicuro di attrezzi e mezzi, per coloro che lavoreranno ovviamente con le attrezzature proposte dal magazzino.

  • Consultate esperti della sicurezza per sapere quali mansioni devono eseguire e sopratutto in che maniera devono farlo;
  • Se vengono assunti nuovi lavoratori che dovranno svolgere lavoro inerenti al magazzino, controllate che abbiamo una formazione come si deve e abbiano certificazioni per l’uso delle attrezzature e veicoli.

Tenete sempre bene a mente di stilare dei regolamenti per la sicurezza del magazzino

Accertatevi dunque che vengano usate le dovute protezioni, che i dipendenti stiano seguendo alla lettera le regole e non fate mai sconti a nessuno. Meglio perdere due ore di lavoro e garantire la sicurezza di un’attività che perdere una risorsa per diversi giorni a causa di un infortunio che si poteva evitare. Come dice un vecchio detto: prevenire è meglio che curare.

Cercate di fare tutto il possibile per limitare qualsiasi incidente. Quest’ultimi si potrebbero presentare a prescindere da quanta prevenzione voi possiate fare, chi vive la realtà imprenditoriale da tempo lo sa perfettamente, dunque:

  • Programma manutenzione e revisione di macchinari, veicoli e attrezzature;
  • Accertati che ogni misura per la sicurezza, luci, sensori della retromarcia dei veicoli e segnalatori acustici funzionino in maniera corretta;
  • Segnala malfunzionamenti dei veicoli e attrezzature ai dipendenti e provvedi a riparazioni necessarie.

Conclusioni

Non solo la gestione del magazzino, ma anche la sicurezza è fondamentale non dimenticatelo mai.

Consigliamo anche: Riorganizzazione magazzino: cosa è e come funziona?

Gestione magazzino: Quali sono gli step principali

8 Ottobre 2019 Lucia Di Noi

La gestione del magazzino può sicuramente essere più agevole utilizzando delle soluzioni digitali. Questo vale per ciascuna delle fasi lungo la catena logistica.

Si parla sempre più di digitalizzazione del business e di e-commerce ma bisogna ricordare anche quanto sia importante una corretta gestione della catena logistica e del magazzino.

Il principio fondante è quello dell’efficienza. Ogni elemento necessita di un coordinamento studiato. Questo significa che ad ogni azione deve corrispondere una traccia da correlare alla documentazione delle merci.

Documento di trasporto (DDT)

Il magazziniere

Gestione e sicurezza del magazzino

Software per la gestione del magazzino

gestione magazzino
gestione magazzino

Documento di trasporto (DDT)

Il Documento di Trasporto (DDT) è la carta d’identità delle merci che transitano dal magazzino. Il DDT comprende infatti una serie di informazioni riguardanti sia i prodotti, sia coloro che hanno un ruolo nella transazione.

Per compilarlo correttamente bisogna inserire:

  • Partita IVA del cedente e del cessionario,
  • numero e data del documento,
  • descrizione dei beni o dei servizi,
  • quantità,
  • riferimento di chi si fa carico del trasporto.

Il Documento di Trasporto va emesso prima della consegna al cliente o dell’affidamento dei beni al vettore.

Oggi è possibile gestire il Documento di Trasporto in digitale. Le informazioni necessarie e imprescindibili da includere nel documento rimangono le stesse.

Con Documento di Trasporto telematico è possibile procedere a una Conservazione Digitale del DdT stesso attenendosi alle prescrizioni contenute nelle normative vigenti.

Il magazziniere

Al centro delle attività di magazzino ci sono i magazzinieri, le cui decisioni, capacità di valutazione, conoscenza degli spazi sono indispensabili per l’ ottimizzazione della ricezione e dello stoccaggio della merce.

Tuttavia deve esserci una suddivisione organizzata dei compiti.

I compiti del magazziniere sono:

  • ricezione della merce in arrivo, verifica della rispondenza con la documentazione e contro delle condizioni di integrità;
  • spostamento della merce dalla zona di ricezione all’area di stoccaggio;
  • compilazione e aggiornamento dell’inventario;
  • redigere e controllare i DDT ;
  • organizzare la spedizione delle merci.

Gestione e sicurezza del magazzino

Quando si parla di logistica, la precisione è fondamentale per garantire la sicurezza. Controllare qualsiasi movimentazione e tener traccia delle merci, nonché l’iter lungo tutta la catena logistica è essenziale per preservare la sicurezza di persone, cose e macchinari.

Bisogna ricordare che minacce e rischi si evolvono con i sistemi logistici, con i software di gestione e con la fisionomia del magazzino. È quindi necessario organizzare con regolarità corsi di formazione sulle norme di sicurezza.

Software per la gestione del magazzino

Rendere più efficienti le operazioni logistiche significa affidarsi a tecnologia digitale e software.

I software gestionali dematerializzino gran parte delle operazioni e diminuiscono la disbriga delle pratiche permettendo un enorme passo in avanti.

I software per la gestione del magazzino offrono la facoltà di avere da un lato un quadro sempre aggiornato, e dall’altro una stima sull’esaurimento delle scorte.

Softshop è il gestionale di magazzino ideale per le piccole, medie e grandi aziende che hanno il bisogno di gestire con semplicità il proprio magazzino.

Le caratteristiche principali di SOFTSHOP sono il carico, lo scarico, il reso, l’emissione dei DDT e delle Fatture, le anagrafiche dei Clienti e quella dei Fornitori, la Stampa delle Etichette e tutto quello che è necessario per mantere la gestione della vostra attività commerciale.

Vi ricordiamo infine che con SOFTSHOP avrete l’assistenza e gli aggiornamenti sempre GRATUITI per tutta la durata della licenza.

Magazzino,gestione e consigli da tenere presente

13 Luglio 2019 Lucia Di Noi

Magazzino e gestione:Gestire un magazzino costituisce una parte importantissima per ogni azienda ma viene spesso sottovalutata con gravi ripercussioni finanziarie per la propria attività.

Vi sono differenti aspetti da valutare con attenzione costantemente: l’esecuzione di lavori di manutenzione, la formazione del personale che sarà poi responsabile di : trasporto, ricezione, acquisti, controllo delle scorte, stoccaggio e distribuzione della merce.
La quantità di lavoro e di mansioni aumenta, ovviamente, con il progredire della struttura.

Ma quali sono i punti fondamentali da tenere in considerazione?

  • Documenti di gestione del magazzino
  • Magazzinieri e personale addetto
  • Sicurezza del magazzino
  • Logistica del magazzino

Documenti di gestione del magazzino: quali sono?

  • Documento di trasporto o DDT: il documento per il trasporto delle merci (sostituibile solo dalla fattura accompagnatoria).
  • Fatture di acquisto e vendita.
  • Inventario: una lista aggiornata di tutti i prodotti in magazzino necessaria per controllare le scorte.
  • Ordini o comande

Bisogna stare sempre molto attenti alla merce in arrivo e verificare che il DDT o la fattura accompagnatoria coincidano effettivamente con la merce arrivata. Prevedi dei limiti di scorta minima raggiunti per non rischiare di rimanere senza merce e fai l’inventario frequentemente.

Valuta l’utilizzo di software per gestire il magazzino. L’uso di un software può semplificare notevolmente tutte le mansioni.

Magazzinieri e personale: seleziona il personale con oculatezza e ricorda di effettuare una valutazione del personale senza però creare un atmosfera opprimente.

Magazzino gestione e Sicurezza

La sicurezza è fondamentale. Mantieni gli spazi ordinati e eviterai incidenti e assicurati che il personale abbia le certificazioni adeguate per l’uso degli strumenti adeguati al lavoro che dovranno compiere.

  • Mai dimeticare le dovute protezioni.
  • Pianifica revisione e manutenzione periodica di veicoli, macchinari, attrezzature.
  • Assicurati che tutte le misure per la sicurezza funzionino correttamente.
  • Segnala tutti i malfunzionamenti tempestivamente.

Logistica

  • Usa solo le aree designate allo stoccaggio merce.
  • Controlla gli imballaggi per eventuali danni.
  • Registra le date delle ispezioni.

Il tasso di rotazione del magazzino è un indice fondamentale e permette di tenere sotto controllo quanto tempo passi tra il consumo e il rifornimento del magazzino.Alcuni articoli potrebbero avere una rotazione più veloce rispetto ad altri che potrebbero rimanere fermi per un lungo periodo di tempo.
Ricorda sempre di stabilire il punto di riordino ovvero il livello di scorte a magazzino oltre il quale è necessario emettere un nuovo ordine .

Classifica i prodotti

Si potrebbe effettuare una suddivisione in tre categorie per valutare il loro grado di importanza economica.

  • articoli di importanza primaria, con il più alto valore di fatturato;
  • articoli di importanza secondaria;
  • gli articoli con il minor valore di consumo annuo.

Assicurati di avere e di prevedere la presenza di articoli di importanza primaria costante in magazzino.
Calcola i costi di mantenimento delle scorte ovvero di ordinazione, mantenimento, deficit e ordinazione.
I costi di ordinazione si dividono in costi d’acquisto, ovvero i costi legati al rapporto con i fornitori e costi di approvvigionamento generati da tutte le attività necessarie a far giungere la merce in tempo.

Abbiamo visto alcuni punti fondamentali utili alla gestione di un magazzino ma ovviamente ci possono sempre essere degli imprevisti. L’importante è affrontare il tutto con calma e razionalità
Oramai è impensabile stare dietro a tutto il carico di lavoro che comporta la gestione di un magazzino senza l’utilizzo di un buon software gestionale.Il programma ideale ti aiuta a far fronte a gestione della logistica e costi di gestione. Tienilo presente!