Modello F24 per il pagamento delle imposte

autore articolo Veronica Balzano data articolo 11 Ottobre 2020 commenti articolo 0 commenti

Il modello F24 è essenziale per gestire il regime fiscale preposto per il management di un’azienda.

Modello F24

Il modello F24 è il principale modello utilizzato in Italia per generare il pagamento delle imposte, delle tasse o dei contributi. Esso si sostituisce ad altrettanti modelli che in passato venivano utilizzati per svolgere la stessa operazione. Esso può essere utilizzato per adempiere ad una lunga serie di pagamenti come ad esempio: le imposte sui redditi, i contribuiti INPS e diritti camerali. Questi sono solo alcuni degli adempimenti fiscali per i quali viene utilizzato il modello F24.

modello f24

Struttura del modello

Come è organizzato strutturalmente questo modello? Prima di addentrarsi nel contesto più fiscale è necessario comprendere come questo modello sia strutturato. Senza possedere conoscenze preliminari in merito è molto difficile riuscire a comprendere chiaramente come questo modello possa essere utilizzato. In alto è possibile visualizzare le informazioni relative al contribuente: i dati anagrafici, il codice fiscale, e il domicilio fiscale dell’attività. Successivamente sono presenti le sezioni all’interno delle quali sono visibili: importo da pagare e il tipo di tributo da emettere. Esiste una riga specifica per ogni tipo di tributo la quale dovrà essere compilata in modo corretto.

Pagamento dell’imposta

Nel momento in cui si deve procedere con il pagamento dell’imposta bisogna recarsi presso uno sportello bancario qualsiasi che sia preposto a tale operazione. Oppure il pagamento può essere emesso mediante ufficio postale. In ogni caso, sarà possibile pagare l’importo in contanti, con postmat oppure con bonifico bancario, o ancora con assegno circolare.

Nell’ultimo periodo è possibile pagare le imposte anche mediante modalità online. Si tratta del servizio F24 online. Questo modello permette il pagamento delle imposte su un sito apposito. L’importo verrà automaticamente addebitato. Per utilizzare questo servizio è necessario essere titolari di un conto bancario. Grazie a questi servizi è possibile anche pagare le imposte per conto di soggetti terzi. Il decreto Bersani bis ha obbligato alcuni contribuenti a provvedere a questo pagamento unicamente mediante modalità online.

Titolari di partita iva e modello F24

Tutti i titolari di partita iva, qualsiasi tipo di regime abbiano scelto, sono a conoscenza delle modalità di pagamento delle imposte e conoscono le varie sezioni del modello F24. Nel caso di un’azienda è chiaro che i titolari di partita iva siano in grado di comprendere l’importanza del pagamento di ciascun’imposta. La partita iva presuppone alcuni benefici ma allo stesso tempo anche alcune responsabilità fiscali e il pagamento di imposte mediante l’uso del modello F24 è una di queste.

 

In ogni caso, i titolari di partita iva potranno scegliere di pagare le imposte tramite F24 o stampandolo, oppure potranno scegliere di pagare l’imposta online. Insomma, l’Agenzia delle Entrate offre la possibilità di rispondere a questo servizio in modo veloce e funzionale.

Tali nozioni sono di primaria importanza per tutti coloro che vogliono essere informati in modo completo in merito alle varie vicissitudini derivanti da un determinato regime fiscale. Un’impresa o azienda deve necessariamente possedere partita iva e per questo deve preliminarmente conoscere tutto ciò che concerne il modello F24.