Manutenzione magazzino: ecco come gestirla

autore articolo Roberta Fabozzi data articolo 11 Marzo 2020 commenti articolo 0 commenti

Si scrive manutenzione magazzino, si legge non so come gestirla. Ecco perché abbiamo raccolto in questo articolo i nostri tips per non perdere di vista gli aspetti fondamentali. La logistica in magazzino è una componente molto importante della tua attività che può fare la differenza. Generalmente, tutte le strutture a magazzino automatico sono organizzate con sistemi di logistica ad alta tecnologia che mixano insieme sia la componente umana che robotica. Ma affinché tutto funzioni, sarà necessario operare interventi di manutenzione, anche preventiva per massimizzare la sicurezza e la produttività del magazzino stesso.

Obiettivi di manutenzione magazzino

Per garantire un buon funzionamento della struttura di deposito, quando si studia un piano di manutenzione il gestionale dovrà attrezzarsi per migliorare la qualità dei seguenti punti:

  • Questione sicurezza magazzino
  • Questione efficienza magazzino
  • Questione riduzioni costi di stoccaggio

Ecco stabiliti gli obiettivi del nostro piano di manutenzione. A questo punto, è bene considerare anche un altro fattore, ovvero: i piani di manutenzione non sono tutti uguali, ma si suddividono a loro volta in

  • Piani di manutenzione preventiva
  • Piani di manutenzione correttiva

Qual è la differenza fra le due tipologie di piani gestionali? Scopriamola insieme. Prima di tutto, con i piani di manutenzione preventiva di pone l’obiettivo di operare interventi finalizzati alla revisione dei sistemi operativi in uso, apportando modifiche o aggiornamenti per garantire il funzionamento della struttura, abbassando considerevolmente il tasso di un eventuale guasto o malfunzionamento. In poche parole, sotto la denominazione di manutenzione preventiva rientrano tutte quelle attività finalizzate alla prevenzione di possibili falle di sistema, affinché, qualora dovessero manifestarsi, anche i tempi di ripresa possano rendersi ottimizzabili.

manutenzione magazzino

Nel secondo caso, invece, parliamo di manutenzione correttiva. Si ricorre al seguente piano quando falle di sistema si sono già verificate e, magari in mancanza di manutenzione preventiva, si devono applicare correzioni per riparazioni.

Controlli di manutenzione

Nel caso di manutenzione preventiva, nel piano gestionale industriale rientreranno anche un certo numero di controlli per verificare la corretta messa a punto dei sistemi di aggiornamento e dei tempi di realizzazione della stessa.

 

Tali controlli sono obbligatori per legge, e talvolta richiedono il blocco dei macchinari affinché un tecnico esperto possa eseguire correttamente tutti i controlli necessari.

In ultimo, ma non per importanza, è bene tenere a mente anche che i controlli di manutenzione preventiva possono essere sviluppati in base a tre tipologie:

  • Sotto direttive fabbricante
  • Sotto direttive generiche di manutenzione
  • Sotto direttive RCM (Reliability Centered Maintenance)

Generalmente, è la terza tipologia la più quotata, e calcola il tasso dei rischi di ciascun apparecchiatura da magazzino per stabilirne l’eventuale costo di riparazione. Il risultato equivarrà al costo complessivo di manutenzione di quello specifico magazzino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *