Executive summary

autore articolo Veronica Balzano data articolo 29 Dicembre 2022 commenti articolo 0 commenti

Executive summary cos’è e a cosa serve in azienda? Scopriamolo insieme in questo articolo. Stiamo sicuramente parlando di un documento necessario quando si redige un business plan.

Partiamo dalle basi. Cos’è un executive summary? Stiamo parlando di un vero e proprio riassunto che ha il compito di aiutare il manager a comprendere quale sia il tema e il contenuto di un business plan. Si tratta di una sezione del business plan all’interno del quale devono essere presenti alcuni punti fondamentali del piano in se.

Ma perché fermarsi solo alla creazione di un business plan? Perché non passare all’azione e rendere la gestione del tuo magazzino più efficiente e semplice con SoftShop, il nostro gestionale di magazzino. Con la sua interfaccia intuitiva e le sue funzionalità avanzate, SoftShop ti permetterà di gestire al meglio il tuo magazzino, dalla gestione degli ordini alla pianificazione della produzione, fino alla gestione dei clienti e delle scorte. Non aspettare oltre, scegli SoftShop per rendere la tua attività ancora più competitiva sul mercato. Acquista oggi stesso e vedrai la differenza!

Executive summary

Si tratta dell’ultima parte del business plan, quella che viene redatta al termine del lavoro, ma forse una di quelle a cui bisogna prestare maggiore attenzione.

Questo documento serve per presentare il business plan in modo veloce e intuitivo senza dover perdere troppo tempo su ogni sua singola sezione. Grazie ad un buon riassunto è possibile risparmiare notevole tempo che verrà poi speso in altro modo. Affinché il summary assolva questo compito è necessario che sia strutturato in modo chiaro e funzionale. Esso deve riassumere precisamente il contenuto reale del piano di business così da fornire un’idea chiara a chi lo legge di quello che è il contenuto effettivo del progetto.

Vediamo ora come scrivere un summary di qualità.

Distinzioni di executive summary

Executive summary

Quando si redige un executive summary è necessario comprendere quale sia l’obiettivo del business plan di riferimento. Infatti, in base allo scopo del piano è possibile adottare alcune scelte di stile e struttura piuttosto che altre. Vediamo le due tipologie di business plan di solito adoperate nelle aziende:

  • Business plan per reperire finanziamenti, quindi diretto a potenziali investitori;
  • Business plan interno o strategico, quindi diretto al management interno o a consulenti.

Se il business plan che si sta scrivendo ha lo scopo di attrarre investimenti o prestiti è necessario concentrarsi principalmente sul discorso economico e finanziario. Essere molto chiari circa la richiesta di budget e soprattutto utilizzare un linguaggio comunicativo.

Se invece lo scopo del business plan è interno questo potrà essere redatto in forma molto meno precisa e articolata. Ovviamente ciò non significa che il riassunto dovrà essere privo di contenuto esaustivo. In realtà anche in questo caso è molto importante curare ogni singolo dettaglio.

Come scrivere un summary efficace

Executive summary

Per realizzare un riassunto di qualità è necessario seguire alcuni di questi suggerimenti.

Prima di tutto bisogna scegliere con massima cura quali sono gli argomenti chiave da trattare. Il consiglio principale è quello di seguire uno schema. Di solito sarebbe bene iniziare con una descrizione della compagnia, proseguire poi con la mission e la vision della stessa, un’analisi del mercato di riferimento, la clientela che si vuole attrarre e il tipo di strategia di marketing che si vuole adottare.

Inoltre il summary deve necessariamente contenere i concetti fondamentali che si vogliono trattare all’interno del business plan. Di solito ci si riferisce a quelli che sono i punti più salienti del progetto.

Come abbiamo ovviamente detto, questo riassunto deve fare riferimento a tutti i punti salienti del piano. Ecco allora che è necessario citare tutti i capitoli del business plan nel summary. In questo modo chi se ne servirà saprà nello specifico quali sono le varie argomentazioni trattate all’interno dell’intero progetto.

Alcuni consigli tecnici

Circa la lunghezza dell’executive summary è necessario rispettare alcune regole. Di norma è giusto realizzare un executive summary che vada dalle 3 alle 5 pagine. Il consiglio di base è quello di non essere troppo prolissi ma di rispettare ugualmente la struttura del piano originale. In ogni caso, la lunghezza del riassunto deve essere proporzionale alla complessità del concetto che viene trattato.

Business plan e gestionale di magazzino: due strumenti utili in azienda

Un business plan migliora il lavoro in azienda in diversi modi. Innanzitutto, esso fornisce una visione chiara e dettagliata dei obiettivi aziendali e delle strategie per raggiungerli. Inoltre, permette di identificare i punti di forza e di debolezza dell’azienda, così come le opportunità e le minacce presenti sul mercato. Inoltre, un business plan è anche un documento importante per ottenere finanziamenti o investimenti, poiché permette di presentare in modo professionale l’idea imprenditoriale agli investitori.

Un gestionale di magazzino, come SoftShop, aumenta l’efficienza in azienda in diversi modi. Innanzitutto, esso semplifica la gestione degli ordini, della produzione e delle scorte, consentendo di ottimizzare i tempi e i costi. Inoltre, esso fornisce una visione in tempo reale delle attività del magazzino, consentendo di prendere decisioni rapide e informate. Inoltre, un gestionale di magazzino come SoftShop consente anche la gestione dei clienti, permettendo di monitorare e gestire efficacemente le relazioni con i clienti. In generale, un gestionale di magazzino come SoftShop migliora l’efficienza in azienda, rendendo la gestione del magazzino più semplice e efficiente e consentendo all’azienda di concentrarsi su altre attività chiave.

Ti potrebbe interessare anche: Business Plan cos’è e pianificazione

Leggi anche https://www.forbes.com/sites/forbesbusinesscouncil/2021