Cos’è una holding?

autore articolo Veronica Balzano data articolo 11 Maggio 2022 commenti articolo 0 commenti

Cos’è una holding? Una holding è una società che controlla un’altra società attraverso la partecipazione o azioni. Il significato di questo termine può consistere in diversi tipi di concetti, come nel caso della proprietà pura o mista. Lo vedrai presto.
Un fattore importante nel determinare cos’è una holding è il modo in cui esercita il controllo sulle società che controlla. Questo può essere fatto direttamente o indirettamente tramite società di intermediazione.

Una holding è una società che possiede azioni o azioni di altre filiali. In questa definizione, una holding è un tipo speciale di società che svolge attività di gestione in relazione a un’altra società che ha il controllo sul suo capitale.

Cos’è una holding?

cos'è una holding

Cos’è una holding


Pertanto, il significato di cosa sia una holding può essere espresso considerandola come il livello più alto di un insieme (gruppo) di più società controllate. I controlli esercitati dalle holding possono essere giustificati in vari modi.

Il più comune è possedere la maggior parte delle azioni o azioni di una controllata. Negli altri casi è possibile sottoscrivere specifici accordi che stabiliscano la dipendenza della società dalla holding di base.

Uno dei punti di forza dell’azienda rispetto alle partecipazioni è la sua capacità di ridurre il rischio aziendale. Ciascuna società del gruppo è di fatto un’entità giuridicamente indipendente ed è responsabile solo del proprio capitale, senza raccogliere capitali direttamente dalla holding.
Per comprendere meglio quali sono questi tipi di società, forniamo un esempio di una holding di Berkshire Hathaway. Domina una serie di aziende di livello mondiale in vari campi come Fruit of the Loom (abbigliamento), BNSF Railway (trasporti) e Craft Heinz (alimentare). Ha anche partecipazioni in Coca-Cola, Apple e IBM.

Tipologie di holding

Cos’è una holding

Definizioni di gestione dell’account per i diversi tipi possibili: vediamo cosa sono e cosa li rende diversi se considerati.
Il primo tipo è rappresentato come espressione di pura proprietà. Queste società, note anche come holding finanziarie, sono società che non producono beni o servizi in proprio, ma il cui scopo commerciale è quello di partecipare ad altre società operative. Questa definizione di holding significa che viene utilizzata solo per attività di riconciliazione, gestione e finanza.

A differenza della prima, le holding miste o operative, oltre a svolgere funzioni organizzative relative alle società controllate, svolgono funzioni legate alla stessa attività economica della produzione e scambio di prodotti.

Holding finanziaria

La partecipazione finanziaria si riferisce a una società che non svolge attività di produzione e non scambia beni o servizi. I termini puri si riferiscono all’unico compito di controllare e coordinare le attività delle società controllate che compongono il gruppo. Tutte le attività di produzione o scambio di beni e servizi possono essere svolte da una società di investimento o appartenere a una società di partecipazione finanziaria. I gruppi societari Exor e Berkshire Hathaway citati nel paragrafo precedente sono due importanti esempi di partecipazioni finanziarie.

Holding mista

Cos’è una holding

Oltre a svolgere funzioni di controllo e coordinamento, i locatori operativi sono coinvolti anche nella produzione o scambio di beni e servizi. È chiaro che una holding non può essere sia finanziaria che operativa.
Un esempio di questo tipo è il gruppo Mediobanca, che possiede azioni di Assicurazioni Generali e RCS, ma allo stesso tempo fornisce servizi finanziari alla compagnia.

Holding gestoria

Una holding gestita (a volte chiamata holding industriale) è un tipo speciale di società di controllo che condivide attività che hanno interdipendenze strategiche. Il suo obiettivo è esplorare e integrare le imprese che operano in settori complementari, creando sinergie perfette tra di loro.
Inoltre, in questo caso, la holding di gestione può o meno svolgere attività finanziarie e operative, di produzione o scambio di beni e servizi. Un esempio di questo tipo è Fiat Chrysler, che gestisce al 100% FCA Italia, FCA USA e Maserati: tutte aziende del settore automotive.

Vantaggi di una holding

Cos’è una holding

Una holding può essere una soluzione adatta e conveniente per:
Proteggi la tua proprietà di famiglia. Gestisci i passaggi generazionali nella tua famiglia. Gestire le comunicazioni e i flussi finanziari tra gli asset e l’azienda. Paga meno tasse. La costituzione di una holding per questi motivi comporta numerosi vantaggi aggiuntivi che si accompagnano a vantaggi di natura finanziaria, finanziaria e gestionale.

Ma soprattutto, il più grande vantaggio di una holding è che non sopporta direttamente il rischio imprenditoriale. La parte operativa dell’attività è una controllata separata gestita con solo una partecipazione.
Pertanto, nella holding (una specie di salvadanaio per l’imprenditore che ne fa uso) confluiscono solo i proventi delle varie tipologie di attività svolte dalla controllata.

Il più grande vantaggio di costituire una holding è la sua natura finanziaria. In particolare, significa:
Usa la modalità di esenzione (PEX). la possibilità di consolidato fiscale o IVA di gruppo; la possibilità di finanziamento infragruppo; Utilizzo della tassazione preferenziale sui dividendi.

Normativa

Cos’è una holding

L’articolo 87 del DPR 917/86 disciplina un regime fiscale speciale denominato PEX. Osservando tutte le condizioni necessarie, si possono conseguire significativi sgravi fiscali sulle plusvalenze rivenienti dalla vendita di quote o azioni, e su parte degli utili percepiti dalla controllante nei confronti delle sue controllate.
Infatti, grazie alla PEX discussa in dettaglio in questo articolo, grazie alla PEX che dice “Paga meno tasse (solo 1,2%) con PEX e la holding”, è possibile pagare l’IRES pagata dalla holding solo come una società con tutti i capitali. Rappresenta solo il 5% degli utili delle filiali.

Un’esenzione del 95% è disponibile se la controllata non è residente in un paese a tassazione preferenziale. Questi sono l’elenco dei paesi nella lista nera perché hanno famosi paradisi fiscali o regimi fiscali senza senso che raramente esistono per i redditi guadagnati all’estero.

Consolidato fiscale

Si tratta di un regime fiscale speciale che consente di combinare la tassazione delle società controllate con quella della capogruppo. In questo modo è possibile effettuare un unico pagamento, ottimizzando la gestione finanziaria della holding. C’è anche la possibilità di utilizzare le regole dell’IVA di gruppo.

Ti potrebbe interessare anche: Srls: società a responsabilità limitata semplificata?