Retail manager: di cosa si occupa questa figura?

autore articolo Veronica Balzano data articolo 14 Aprile 2022 commenti articolo 0 commenti

La figura del retail manager assume un ruolo importante nel contesto aziendale per quanto riguarda i processi di vendita. Il suo compito è generalmente quello di creare delle strategie di mercato che rendano possibile il successo di un business. L’attività di retail è fondamentale poiché senza di essa un brand non potrebbe dirsi competitivo sul mercato. Stiamo parlando di una figura altamente specializzata volta a favorire all’azienda nella quale lavora un valido contributo circa il suo posizionamento sul mercato.

Chi è il retail manager?

retail manager

Si tratta di una figura intermediaria che si pone tra i sales assistent e gli store manager grazie ai quali prende diverse informazioni più specifiche riguardo lo store che vende determinati prodotti e determinati servizi. Per questo motivo l’attività di retail occupa un ruolo di fondamentale importanza poiché, traendo informazioni dai sales assistent e dagli store manager riesce ad indirizzare meglio l’azione del business. In questo modo in particolare si comprendono meglio aspetti e condizioni relative a dettagli sul target di riferimento.

Il retail manager svolge anche un ruolo analitico cercando di portare avanti teorie di tipo investigativo. Egli elabora report utili per comprendere l’andamento delle vendite e inoltre propone strategie in grado di rendere un brand attivo sul mercato. Gestire il lavoro intero di un ufficio vendite e acquisti non è poi così semplice. Riuscire a farlo al meglio richiede una serie di competenza di base senza le quali non sarebbe possibile orientare il proprio comportamento.

Competenze del retail manager

Ma quali sono le competenze che un retail manager deve limare e approfondire:

  • Questi deve essere in grado di interpretare le esigenze di mercato: questa figura deve avere ben chiari gli obiettivi del contesto nel quale lavora e deve essere in grado di predisporre terreno fertile affinché essi vedano una loro attuazione. Per far ciò è necessario che i retail manager conoscano quali siano le esigenze di mercato in modo da riuscire ad inscrivere il loro lavoro all’interno di un contesto generale davvero funzionale.
  • Deve inoltre avere una buona propensione alla comunicazione diretta con i venditori e i clienti. Buone capacità comunicative sono alla base del compimento di questo tipo di attività. Per riuscire a svolgere questo ruolo al meglio è necessario essere capaci di proporre le proprie idee in modo chiaro e concreto non solo ai propri colleghi ma anche alla clientela.

Proseguendo…

  • Deve comprendere le esigenze d’acquisto dei clienti. Questo punto potrebbe collegarsi al primo illustrato. Comprendere quali siano i motivi psicologici alla base di un determinato acquisto è molto importante in questo contesto. A tal proposito è necessario capire come fare per riuscire ad accontentare ogni singolo cliente. Quindi a tale fine potrebbe essere utile un’analisi dei comportamenti d’acquisto tipici di un determinato target di popolazione. Tantissimi infatti sono gli aspetti da valutare e ciascuno di essi assume un ruolo importante in base a diverse necessità.
  • Questi deve possedere elevate capacità di problem solving così da riuscire a porsi in modo da riuscire a risolvere determinate condizioni d’intralcio al successo del brand. Ovviamente stiamo parlando di un tipo di requisito alla base di un qualsiasi tipo di lavoro. Riuscire a risolvere crisi e momenti di stallo non è cosa da poco. Qualora un manager riesca a farlo vorrà dire che sarà in grado di monitorare e organizzare bene ogni singolo processo produttivo.

Obiettivi del ruolo

retail manager

Ma quali sono più nello specifico gli obiettivi che un retail manager deve porsi? Prima di tutto bisogna dire che questi deve essere in grado di vendere il ghiaccio agli eschimesi.

Grazie alle sue capacità e competenze, tale figura deve riuscire a convincere eventuali acquirenti a preferire un prodotto/servizio ad un altro facendo leva su capacità e strategie di vendita ben congeniate.

Un retail manager lavora ovviamente nell’Aria manager e per questo motivo deve riuscire a gestire in modo soddisfacente tutte le altrettante figure che operano nel suo stesso settore.

L’implementazione di strategia di vendita è assolutamente essenziale e, tale abilità non può che nascere da una serie di competenze sviluppate mediante un approccio analitico molto attento.

Compiti del retail manager

retail manager

Le sue principali responsabilità sono:

gestire e sviluppare la rete di negozi presenti e occuparsi dalla start up dei nuovi;

raggiungere gli obiettivi di fatturato e di profittabilità ;

assicurare la corretta applicazione delle procedure;

coordinare la politica degli acquisti, della logistica e degli approvvigionamenti delle merci;

sviluppare e migliorare i programmi formativi per il personale di vendita;

definire le strategie di sviluppo commerciale nel mercato di competenza;

fungere da link tra l’ ufficio centrale e i negozi in modo da assicurare la corretta comunicazione tra i dipartimenti;

selezionare e gestire le risorse umane;

verificare le procedure Visual e Marketing per la migliore performance

Ti potrebbe interessare anche: Consulente del lavoro: chi è? Alcune informazioni