Modello A1 INPS

autore articolo Lucia Di Noi data articolo 19 Luglio 2019 commenti articolo 0 commenti

Il documento portatile modello A1 INPS sarà presto telematico. Dal 1° settembre 2019, i datori di lavoro potranno richiederlo online sul sito dell’INPS. Fino al 31 agosto 2019, sarà possibile inviare le domande sia con le modalità classiche, sia tramite il canale telematico. La nuova procedura sarà disponibile all’interno del servizio “Portale delle Agevolazioni (ex-DiResCo)”. Occorre effettuare l’autenticazione, selezionare il modulo “Distacchi” e l’opzione “Inserimento domanda”. Ecco tutte le informazioni in merito all’inps modello a1. Bisogna inoltrare la richiesta modello a1 inps  tramite Pec, lettera raccomandata A/R o a mano presso tutte le strutture territoriali Inps. Ecco le istruzioni per la giusta compilazione modello a1 inps.

Modello A1 INPS: cos’è e a cosa serve?

Il documento compatibile “modello A1”, o certificazione A1, secondo il regolamento ce, certifica l’assicurazione del lavoratore, detto “distaccato”, fini previdenziali:

modello a1 inps

nel paese UE in cui ha sede l’impresa. Questo sostituisce i vecchi modelli e101.

Il rilascio del modulo A1 inps o detto anche inps modello a1 distacco avviene nel momento in cui le condizioni per il distacco previste risultino soddisfatte.

L’ipotesi del distacco avviene quando il datore di lavoro trasferisce il lavoratore in un altro paese dell’Unione Europea per un periodo massimo di 24 mesi. Esso vale come certificato per il distacco estero inps.

Inoltre per quanto riguarda il modello inps a1:

Quando si parla di lavoratore dipendente, è il datore di lavoro a dover effettuare la richiesta. Questo cambio quando il lavoratore è autonomo e, di conseguenza, dovrà effettuare autonomamente la richiesta.

Documento modello A1 INPS: in quali nazioni viene applicato?

Il rilascio di questo formulario a1 inps è necessario al fine di certificare la legislazione di sicurezza sociale applicabile al lavoratore, quando lo stesso svolga un’attività lavorativa in uno o più Stati che applicano la regolamentazione comunitaria.

La normativa per il certificato a1 inps si applica quindi:

  • agli Stati membri dell’Unione europea e Dipartimenti d’oltremare (isole di Reunion, Mayotte, Guyana francese, isole ricomprese nell’arcipelago delle Piccole Antille: Martinica, Guadalupa e l’isola di Saint Martin), Regno Unito (Gran Bretagna e Irlanda del Nord compresa Gibilterra), Portogallo comprese le isole Azzorre e di Madera, Spagna comprese le isole Canarie, Ceuta e Melilla e tutti gli altri;
  • agli Stati SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia)
  • infine alla Svizzera

Compilazione documento a1

modello a1 inps

Ad oggi il modello A1 può essere presentato anche per via telematica ciò implica che per compilare tale modulo è editabile previa richiesta. Talvolta l’istituzione estera di riferimento potrebbe richiedere il documento originale: compila il documento a mano e consegnalo presso la struttura inps di competenza. In caso contrario il formulario è compilabile in forma digitale.

Chi deve considerarlo?

La trasmissione telematica dell’inps modulo a1 riguarda la presentazione delle richieste di rilascio del certificato dai datori di lavoro, per le seguenti richieste:

  • lavoratore marittimo ;
  • lavoratore subordinato distaccato ;
  • accordo in deroga per distacco lavoratore dipendente .

Dal 1° settembre 2019, le domande di rilascio del documento devono essere presentate all’INPS esclusivamente in via telematica. L’invio deve avvenire in questo modo:

“Tutti i servizi”, digitare “Servizi per le aziende e consulenti” e accedere al “Portale delle Agevolazioni (exDiResCo)”, dopodiché cliccare su “Distacchi” (Procedura per la richiesta della certificazione A1 in applicazione della normativa UE).

Ti potrebbe interessare anche: Tasse partita iva. Quali sono e come si pagano?