Imprenditoria femminile 2021

Veronica Balzano 25 Novembre 2021 0 commenti

Imprenditoria femminile 2021.

Lo spirito imprenditoriale è vivo e vegeto nella donna moderna. Con la recente legislazione che protegge le iniziative commerciali delle donne, le imprenditrici possono ora approfittare di finanziamenti a fondo perduto attraverso accordi aziendali per il successo!

Una delle tendenze più eccitanti degli ultimi anni è stata un’impennata di imprenditrici. In questa guida, vi racconterò tutto su di esso e fornirò le risorse in modo che anche più donne possano essere coinvolte!

I vecchi tempi in cui le donne erano solo mogli e madri sono lontani, ma oggi più che mai vogliono essere libere dagli obblighi che derivano da un rapporto di lavoro. Le donne hanno realizzato i loro sogni diventando imprenditrici autonome.

Iniziamo prima di tutto fornendo una definizione di cosa sia un’impresa femminile, per poi passare man mano ad analizzare le caratteristiche dell’imprenditoria femminile 2021.

Definizione

Un’impresa è femminile quando la maggioranza dei suoi interessi di controllo e del capitale sociale sono in possesso di donne. Una ditta individuale di proprietà di una donna è di proprietà femminile, a meno che la maggioranza delle azioni sia detenuta da uomini. Una LLC dove ci sono tre soci, tra cui due donne e un uomo, sarebbe anche considerata un’impresa tutta al femminile se è gestita in questo modo per la maggior parte delle decisioni durante il suo ciclo di vita – ma non necessariamente!

Quindi, per chiarire ulteriormente, si dice impresa femminile:

  • Ditte individuali possedute da donne;
  • Società di persone o cooperative con almeno il 60% di donne;
  • Società di capitali dove almeno i 2/3 delle quote sono delle donne ed anche l’organo amministrativo è costituito almeno per 2/3 da donne.

Imprenditoria femminile 2021 e la normativa

Stiamo parlando di imprenditoria femminile 2021 e di quali siano le possibilità connesse ad essa. Prima di addentrarci in questa questione, potrebbe essere utile parlare della normativa che vige alla base dell’impresa femminile.

La legge, chiamata “Azioni positive per l’imprenditoria femminile” è stata approvata nel 1992 per sostenere la nascita e la crescita delle imprese femminili. Impone l’attuazione di misure volte a favorire il loro successo: formare professionisti di tutti i settori; facilitare l’accesso ai finanziamenti affinché queste imprese prevalentemente femminili possano crescere senza essere frenate da pregiudizi o opinioni su di loro.

Imprenditoria femminile 2021

Ci sono una serie di provvedimenti, finanziamenti, concorsi e simili in grado di favorire l’introduzione delle donne all’interno del contesto imprenditoriale. Parliamo di:

  • Finanziamenti regionali e nazionali;
  • Finanziamenti europei;
  • Finanziamenti a fondo perduto;
  • Incentivi e agevolazioni.

Analizziamo ciascuna di queste opportunità per l’imprenditoria femminile 2021.

Finanziamenti a fondo perduto

Finanziamenti a fondo perduto per imprenditoria femminile 2021.

Tali tipi di finanziamenti sono quelli per i quali generalmente metà del prestito non dovrà mai essere restituito. I vantaggi di questo tipo di finanziamento includono il non avere pagamenti di interessi così come altri costi, come tasse e commissioni, perché tutte queste spese extra vanno direttamente nelle tue tasche!

Se vuoi sapere quando saranno disponibili finanziamenti a fondo perduto non ti resterà che monitorare alcuni siti:

  • Della tua regione, nella sezione dedicata alle Imprese;
  • Del Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Di Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, un’agenzia del Ministero dell’Economia, dunque pubblica.

Invitalia è l’ente incaricato dal governo italiano di favorire nuove imprese, rafforzare le imprese esistenti nel tessuto economico italiano, promuovere lo sviluppo su territori in crisi e aree geografiche di scarsa qualità. Gestisce i bandi per le sovvenzioni e i prestiti a fondo perduto che hanno lo scopo di attrarre investimenti stranieri in queste aree.

Incentivi e agevolazioni

Imprenditoria femminile 2021

Invitalia è l’organismo nominato dal Ministero dell’Economia italiano per
-favorire nuove imprese; -rafforzare le imprese già presenti nel tessuto economico italiano; -promuovere lo sviluppo di territori e aree geografiche in crisi. Gestiscono i bandi per i contributi a fondo perduto e le richieste di prestiti a tasso agevolato o a fondo perduto (come quelli attratti dagli investimenti esteri).

Imprenditoria femminile 2021

Invitalia è l’ente più attivo nel lanciare, gestire e promuovere incentivi alle imprese. Nello specifico offrono un programma di prestiti a tasso zero chiamato Nuove imprese a tasso zero istituito con un obiettivo: aiutare i giovani ad avviare la propria attività o a far crescere un’azienda esistente eliminando le barriere finanziarie come i tassi di interesse e i pagamenti mensili sui prestiti anticipati
Il team di Invitalia ha aiutato innumerevoli donne imprenditrici in tutta Italia a raggiungere il successo attraverso questa iniziativa che è stata creata specificamente in modo che più donne potessero creare posti di lavoro al loro interno.

Incentivi: “Nuove Imprese a tasso zero”

Questo nuovo programma è il primo del suo genere, e fornirà ai giovani prestiti a tasso zero per il bene sulla creazione delle loro imprese. Questi fondi possono arrivare fino al 75%!

Sei idoneo per il Programma se:
-Hai un’età compresa tra i 18 e i 35 anni; – OPPURE – Sei una donna. La tua domanda deve essere stata presentata entro 45 giorni dall’accettazione nel nostro programma (o almeno un anno dal tuo primo giorno di lavoro come imprenditore).

L’incentivo è dedicato alle aziende che operano (o opereranno nei seguenti settori):
produzione di beni, fornitura di servizi; turismo; promozione/revival del patrimonio culturale .

L’incentivo consiste in un prestito senza interessi volto a coprire fino al 75% delle spese ammissibili e un massimo di 1.500.000 euro. Il piano di rimborso è di 8 anni con rate semestrali (una al 31 maggio e una a novembre).

Imprenditoria femminile 2021: Bandi

Fondo di Garanzia PMI

Il governo greco ha istituito il Fondo di garanzia per le PMI per aiutare le imprese e i professionisti che hanno bisogno di finanziamenti ma non possono ottenere prestiti dalle banche. Lo Stato agisce come garante, che permette a queste aziende di accedere al credito altrimenti negato a causa di un’assenza o scarsità in questo periodo in cui non c’è ancora la ricostruzione post-bellica; tuttavia una volta che prospera di nuovo finanziariamente allora si spera che anche il nostro paese segua l’esempio con risultati positivi sulla crescita economica come è successo molte volte prima dopo la fine della guerra/conflitto (esempi includono l’Inghilterra immediatamente dopo la seconda guerra mondiale).

Se vuoi garantire il tuo investimento nel fondo, contatta almeno una banca che fa parte di un sistema affiliato. Il Ministero dello Sviluppo Economico si rivolgerà poi a tutte le altre banche e le introdurrà anche loro se ci sono dei vuoti rimasti dalle garanzie degli attuali partecipanti – ma solo dopo aver ottenuto prima l’approvazione!

Imprenditoria femminile 2021: qualche consiglio per avviare un business femminile di successo

Dopo aver passato in rassegna alcuni dei migliori modi per riuscire ad ottenere fondi per l’avvio di un business, possiamo analizzare quali siano le idee più prospere per avviare un business femminile volto al successo:

  • business online
  • pc training
  • consulenza seo
  • attività in franchising

Ti potrebbe interessare anche: Corporate Fundraising: come chiedere finanziamenti a un’azienda partner