Perfetto business plan: I consigli per ottenerlo

autore articolo admin data articolo 15 Ottobre 2021 commenti articolo 0 commenti

 

Perfetto business plan

Il business plan è lo strumento che presiede ad ogni iniziativa d’impresa, ed è quel documento spesso in grado di fare la differenza nel percorso verso l’eccellenza di un’attività.

La pianificazione del perfetto business plan è da considerarsi come il biglietto da visita dell’azienda nascente. E’ il documento che va esibito se si vuole ottenere un finanziamento, trovare un socio o un’azienda con cui avviare una join venture. Uno strumento utile per l’imprenditore e l’amministrazione dell’impresa, poiché permette di prevedere l’andamento di questa, gli eventuali ostacoli e le soluzioni.

Al suo interno, infatti, trovano luogo i contenuti e le caratteristiche del progetto imprenditoriale, tramite i quali comprendere la fattibilità del progetto, i rischi, le risorse e i tempi necessari.

Cosa deve contenere un perfetto business plan?

Come strutturare il perfetto business plan: 

perfetto business plan

Si comincia con la presentazione dell’azienda a partire da:
-i suoi obiettivi, detti mission, e i mezzi per raggiungerli;
-il prodotto o servizio erogato, evidenziandone le potenzialità e i caratteri che lo distinguono da quanto già offre il mercato.

Segue una sezione dedicata proprio al mercato, che prevede:
– l’analisi della potenziale clientela, tramite la quale viene individuato un target di individui a cui rivolgere il bene/servizio, utile a sua ad elaborare un’adeguata strategia di marketing;
la valutazione dello scenario in cui opera l’azienda, dei competitors e della propria posizione rispetto ad essi.

Chiude il rendiconto finanziario, con previsioni che non dovrebbero andare oltre i cinque anni, ed i curriculum dei propri collaboratori in posizione chiave.

Qualche consiglio per la stesura:

Non dilungarsi troppo: non superare le 50 cartelle, il rischio è di perdere di efficacia.
Usare un linguaggio adeguato al destinatario del documento. Evitare termini troppo tecnici se, per esempio, chi legge non è interessato a questo aspetto dell’azienda. Deve essere anche essere un linguaggio semplice e diretto.

Perfetto business plan: consigli 


Vanno eliminati termini o espressioni che indichino “possibilità” in luogo di “certezze”: niente “forse”, “probabilmente” e così via. Le immagini aiutano a tenere viva l’attenzione del lettore, oltre che a rendere più espliciti di contenuti. Quindi usa immagini a colori e grafici di vario tipo per esporre i tuoi dati, senza sovraccaricarli di informazioni.
Evita, infine, slogan e frasi “pubblicitarie” e punta piuttosto a descrivere obiettivamente il valore del tuo prodotto.

Consigli da mettere in pratica per il perfetto business plan

1) Il business plan non è un documento statico

Il primo errore che spesso si commette sta nel credere che il business plan sia un documento che una volta redatto non può essere soggetto a cambiamenti o correzioni. Di solito tale piano viene stilato in un tempo abbastanza ampio e proprio per questo motivo è necessario tenerne sempre traccia, monitorarlo e in caso di necessità modificarlo al meglio.

Gli obiettivi di lavoro possono cambiare da un momento all’altro e per questo è importante che si sviluppi di conseguenza un tipo di documento che sia funzionale a tali esigenze.

2) L’informazione è tutto 

Un altro errore che concorre quando si è alle prese con la realizzazione di un business plan sta nel non informarsi adeguatamente prima di mettersi al lavoro.  Prima di cominciare la scrittura del documento, è necessario aver chiaro non solo quale sia il contenuto del progetto, ma è importante avere chiari anche quale sia la forma che questo documento deve avere.

Proseguendo…

3) Non tutti i documenti sono uguali

Ovviamente non bisogna prescindere dall’importanza della fase di stesura del piano di business. Affinché questo sia funzionale è necessario che esso si adatti a specifiche esigenze che mutano in base al tipo di strategia che si è deciso di attuare.

Non tutte le aziende sono uguali, per questo motivo, anche i relativi business plan non potranno essere i medesimi. Ecco perché non è possibile individuare una struttura di base utile per la stesura di un business plan.  Si possono reperire numerosi modelli di business plan già pronti, ma non sempre sono funzionali alle esigenze dell’azienda. Questo è un aspetto che non va assolutamente sottovalutato.

4) Non sottovalutare l’aspetto umano

Dietro ciascun numero e dietro ogni scelta strategica, c’è una persona (o un team di persone). Ciò implica l’implementazione di un consequenziale piano di gestione delle risorse umane (dipendenti e collaboratori).

Affinché il progetto funzioni in modo ottimale e produca i giusti risultati è molto importante che tutto venga gestito al meglio, avendo anche cura di considerare le difficoltà e le crisi che ciascun singolo individuo operante nel team potrebbe avere

Conclusioni

5) Chiedere aiuto ai professionisti per il perfetto business plan 

Se non si è mai redatto un piano di business potrebbe essere necessario chiedere aiuto a dei professionisti. Ci sono infatti figure che sono altamente specializzate in questo tipo di attività. Riuscire a realizzare un piano di business di successo infatti potrebbe richiedere l’aiuto di figure professionali che siano in grado di realizzare un tipo di attività performante e ottimale.

Ti potrebbe interessare anche: Business Plan: un modello da personalizzare

Non dimenticare di vistare il sito ufficiale: 8byte