Accedere al cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate

autore articolo Cindy Nicole data articolo 30 Aprile 2019 commenti articolo 0 commenti

Accedere al cassetto fiscale: che vantaggi comporta?

accedere al cassetto fiscale

Accedere al cassetto fiscale: Scopriamo cos’è e quali sono i vantaggi.

Cos’è il cassetto fiscale 2019?

Come accedere al cassetto fiscale  2019 è un servizio on line offerto dall’Agenzia delle Entrate che serve per dialogare con Equitalia o Agenzia della Riscossione, INPS e INAIL.

Accedere al cassetto fiscale può essere utile per diversi motivi.
Serve anche per la consultazione della propria posizione fiscale e per la lavorazione di alcune pratiche amministrative.
E’ uno strumento di particolare importanza che la Pubblica Amministrazione ha messo a disposizione dei cittadini. Permette di dialogare, inviare comunicazioni, consultare, scaricare la propria dichiarazione dei redditi, effettuare la consultazione della posizione fiscale e dei dati personali. Ad esempio: immobili posseduti, spese per la ristrutturazione effettuare nell’anno, residenza e domicilio fiscale, familiari a carico etc).

A chi serve accedere al cassetto fiscale?

Il servizio è rivolto e può essere utile a tutti i cittadini, residenti o non.

Per i lavoratori autonomi e professionisti diviene oggi imprescindibile l’accesso e l’utilizzo di questo canale di comunicazione.
Ancor di più con l’introduzione della fatturazione elettronica.
Attraverso il cassetto fiscale sarà possibile anche accedere alla funzione dati e fatture con cui generare la fatturazione elettronica in formato Xml, trasmetterla allo SDI e effettuare anche la conservazione sostitutiva della documentazione.

Un’utilità interessante

Accedere al cassetto fiscale comporta alcuni vantaggi. Grazie al cassetto fiscale, possiamo verificare la nostra posizione fiscale, anche nel caso in cui ci sia una contestazione da parte della Pubblica Amministrazione e di Equitalia, ora agenzia della riscossione.

Infatti sarà possibile consultare, oltre alla propria posizione anagrafica, i dati relativi alle Dichiarazioni Fiscali degli anni passati, i rimborsi ed i condoni concordati, e tutti i versamenti effettuati negli anni tramite i Modelli di pagamento F24 ed F24.
Sarà inoltre possibile risalire a tutti i dati della propria Partita IVA, ai vari Codici ATECO inseriti nella stessa, all’ eventuale iscrizione al VIES, ed a tutte le informazioni riguardanti gli Studi di Settore.

accedere al cassetto fiscale

I documenti sono disponibili online. In alternativa si possono salvare offline e stampare come documenti in formato PDF per l’archiviazione digitale.

Modalità di accesso

Come accedere al cassetto fiscale? Per richiedere l’accesso al cassetto fiscale, bisogna rivolgersi all’Agenzia delle Entrate e iscriversi a Fisconline o Entratel (se si è un contribuente o un intermediario). È necessario indicare o esibire un documento personale per accertare la propria identità.

Accedere al cassetto fiscale: come?

Potrai richiedere l’accesso in 2 modi:

  1. Presso gli uffici dell’ Agenzia delle Entrate. In questo caso dovrai recarti fisicamente presso qualsiasi ufficio dell’ Agenzia delle Entrate presente nel territorio italiano e potrai richiedere immediatamente il tuo codice PIN (e la relativa password provvisoria). Ti verrà rilasciato in questo modo il PIN competo, utilizzabile immediatamente.
  2. Online tramite il portale dell’ Agenzia delle Entrate. Questo secondo metodo è sicuramente più agevole, in quando non dovrai fisicamente recati presso gli uffici, ma più lungo. Infatti, tramite il portale, ti verrà rilasciata immediatamente solo la prima metà del PIN, la seconda metà invece ti verrà recapitata gratuitamente presso la tua residenza direttamene in busta entro 10 giorni circa dalla richiesta. Se si possiede un’identità Spid(Sistema pubblico di identità digitale), è altresì possibile accedere all’area riservata e dunque avere piena disponibilità del proprio cassetto fiscale.

Ora hai imparato come accedere al cassetto fiscale.

Ti potrebbe interessare anche: Cassetto fiscale

Non dimenticare di visitare il sito ufficiale 8byte

Effettuare una delega

E’ possibile anche procedere con la seguente operazione consegnando una delega sottoscritta. Per fare ciò è necessario sottoscrivere un’apposita delega e allegarla insieme alla copia di un documento di identità. Il tutto va consegnato all’intermediario. Questi si assumerà la responsabilità di trasmettere i dati all’Agenzia delle Entrate. A questo punto, il contribuente riceverà presso il proprio domicilio fiscale un codice di attivazione da consegnare all’intermediario. Nel caso in cui non avvenga il recapito del codice di attivazione, una volta trascorsi 15 giorni dall’invio dei dati da parte del professionista, il delegante avrà la facoltà di richiedere l’attivazione della delega presso un ufficio territoriale dell’Agenzia.

Gli intermediari in questione che siano abilitati al servizio Entratel possono consultare i dati dei propri clienti sottoscrivendo uno specifico Regolamento. Questo deve disciplinare le modalità di utilizzo del servizio. Devono essere sottoscritte una richiesta di adesione al regolamento e la comunicazione dei dati relativi alle deleghe dei propri clienti, il tutto mediante le apposite funzionalità disponibili nel servizio Entratel. Il contribuente che non ha intenzione recarsi personalmente in ufficio può farsi rappresentare da un incaricato.

Anomalie sul cassetto fiscale da segnalare

Il cassetto fiscale è uno strumento in continuo aggiornamento, che l’Agenzia delle Entrate compila continuamente con nuove informazioni. Per questo motivo potrebbero presentarsi delle anomalie. Ogni volta che si presenta una dichiarazione fiscale, registra un contratto di locazione o si effettua un pagamento di imposte o contributi con modello F23, F24 o F24 Elide, l’Agenzia delle Entrate, può aggiornare i dati del cassetto fiscale entro circa 10 giorni.

L’aspetto particolare di questo strumento è che non può essere aggiornato direttamente dal contribuente. Il quale, in caso di anomalie deve recarsi presso l’Agenzia delle Entrate, con apposita istanza di modifica dei dati presenti.