Benefit aziendali: cosa sono e come si classificano?

Veronica Balzano 7 Maggio 2022 0 commenti

Cosa sono i benefit aziendali? A cosa servono? Scopriamolo insieme in questo articolo. Premiando i dipendenti con benefici esclusivi dell’azienda, come ferie o giorni liberi per dedicarsi a importanti questioni personali come gli impegni familiari e le spese sanitarie, l’azienda è in grado di potenziare le proprie risorse e di trattenerle.

I benefit aziendali sono una parte importante della forza lavoro moderna. Forniscono ai dipendenti l’opportunità di sviluppare le loro competenze e migliorare l’equilibrio tra lavoro e vita privata, oltre ad aiutare le aziende ad attrarre i migliori talenti che vogliono più che solo soldi da loro – hanno anche bisogno di cultura aziendale! Ma cosa va sotto questa etichetta?

Cosa sono i benefit aziendali?

benefit aziendali

I benefici sono un tipo di compensazione data ai dipendenti che mira a migliorare la loro qualità di vita sia dentro che fuori l’azienda. I benefici rientrano nel welfare aziendale, che si riferisce in generale a iniziative o servizi forniti da un datore di lavoro per aumentare il benessere all’interno delle aziende stesse.
Alcuni esempi includono: giorni di ferie; copertura sanitaria attraverso piani di assicurazione medica con premi diversi in base alle dimensioni della famiglia fino a un massimo di tre figli dove si diventa assicurati individualmente.

I benefici aziendali non si limitano a fornire ai dipendenti la sicurezza del lavoro e l’assicurazione medica. Alcune aziende riconoscono l’importanza di prendersi cura, sia fisicamente che mentalmente, ed è per questo che molte offrono anche un supporto educativo!

benefit aziendali

I benefici aziendali da offrire ai dipendenti sono parte del loro pacchetto contributivo complessivo: curioso, per esempio è il caso di Buffer – uno sviluppatore di software di gestione dei social media che ha messo la trasparenza al suo centro. Dalle email aperte a più destinatari e dalle entrate trasparenti visibili in giro per la città che significano “Stipendi aperti” (calcolati sulla base di una formula condivisa da tutte le persone all’interno dell’organizzazione), queste iniziative aiutano a mantenere le cose spensierate ma anche a garantire che tutti stiano lavorando insieme verso obiettivi simili.

Garantire benefici aziendali di valore significa anche implementare una buona strategia di ritenzione dei dipendenti, che aumenta significativamente le possibilità di trattenere i vostri migliori talenti.

L’importanza dei benefit aziendali

benefit aziendali

Gli stipendi rimangono una delle forme più comuni per premiare i dipendenti, ma ci sono molti altri benefici che possono essere offerti. Un beneficio include ricevere l’assistenza sanitaria fornita dall’azienda oltre agli aumenti di stipendio. Altri includono generosi pacchetti di pensionamento o stock option che permettono ai lavoratori un maggiore controllo su come spendono i loro soldi dopo aver lasciato il lavoro con la vostra organizzazione.

Fringe benefits

I beni accessori da pagare sono tutti quei benefici aggiuntivi che un lavoratore trova nella sua busta paga. Questi includono cose come le stock option del datore di lavoro, che possono essere molto lucrative se salgono ad un certo punto durante il periodo del contratto; comunque c’è anche l’assicurazione medica e i fondi pensione forniti dalle aziende, quindi anche se questi soldi non vengono tassati subito – alla fine verrai compensato per quello che è stato dato in precedenza senza tasse!

Quali sono i principali benefit aziendali?

benefit aziendali

Ma quali sono i benefits aziendali più usati dalle aziende?

  • Offrire ai dipendenti l’opportunità di prendere in prestito libri dalla vostra biblioteca può essere una preziosa (e continua) opportunità di formazione per voi e per la vostra azienda.
  • L’auto aziendale è un beneficio eccellente per coloro che fanno quotidianamente degli spostamenti con il loro lavoro.
  • Un modo in cui i datori di lavoro possono mostrare che si preoccupano delle famiglie dei loro dipendenti è permettere loro di portare i bambini sul posto di lavoro.
  • Per aiutare coloro che hanno il desiderio e la capacità, offrite delle borse di studio. Questo non solo darà loro un’opportunità di istruzione, ma solidificherà anche la loro posizione nella società, mostrando alle persone che apprezzate ciò che fanno!
  • Dare buoni pasto è un ottimo modo per le aziende di essere filantropiche e mostrare l’apprezzamento dei dipendenti. Questo programma di benefici è stato richiesto da molti dipendenti, quindi ha senso che più dell’80% delle aziende offra anche questo servizio!

In questo clima, come dovrebbe essere l’atteggiamento del perfetto datore di lavoro?

Le qualità del buon datore di lavoro

La cosa più importante che un datore di lavoro può fare è ascoltare.
Una forte capacità di ascolto vi aiuterà a capire come si sentono i vostri dipendenti e di cosa hanno bisogno dal loro lavoro in modo che si adatti a loro come un guanto! Le risorse umane dovrebbero organizzare riunioni periodiche con i membri del personale, durante le quali tutte le persone coinvolte hanno la possibilità di esprimere preoccupazioni o pensieri senza paura di essere giudicate; questo non solo permette di trovare soluzioni, ma costruisce anche relazioni tra manager e dipendenti.

Mostrare ai tuoi dipendenti che sono apprezzati e importanti per l’azienda è un modo semplice per renderli felici. Lettere di ringraziamento, e-mail o messaggi vocali che dicono grazie per tutto il loro duro lavoro possono andare lontano nel creare un ambiente in cui le persone si sentono apprezzate, il che porterà non solo a migliorare la produttività ma anche ad aumentare il morale dei lavoratori!

Ti potrebbe interessare anche: Assunzioni agevolate: bonus Sud in stallo