Assunzioni agevolate: bonus Sud in stallo

autore articolo admin data articolo 8 Marzo 2019 commenti articolo 0 commenti

In stallo l’esonero contributivo al 100% per assunzioni agevolate a tempo indeterminato di disoccupati o giovani under 35 .

assunzioni agevolate

Finchè non saranno emanati i documenti di prassi, non è possibile farne domanda (massimo 8.060 euro annui).
Il Bonus Sud spetterebbe per garantire assunzioni agevolate a tempo indeterminato effettuate nel 2019. 
La Legge di Bilancio (comma 247, legge 145/2018) ha finanziato il Bonus Sud per tutto il 2019 . Mancano le istruzioni INPS e ANPAL per attivare l’Incentivo Occupazione Mezzogiorno (in Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna).

Applicando le stesse regole dell’anno scorso, riguarderebbe anche le trasformazioni a tempo indeterminato di precedenti contratti a termine, i contratti in somministrazione, l’apprendistato professionalizzante, i rapporti di lavoro part-time.

In attesa di emanazione di decreto e circolare, la prestazione lavorativa deve essere resa in una delle regioni previste dall’incentivo, indipendentemente dalla residenza del dipendente o dalla sede legale del datore di lavoro, nel qual caso sarebbe prevista una specifica procedura.

Cosa sono le assunzioni agevolate?

assunzioni agevolate

Con la crisi economica degli ultimi tempi è sempre più difficile trovare un impiego duraturo. Tanti sono gli italiani che si ritrovano in gravi difficoltà, soprattutto le categorie più svantaggiate. Basti pensare alle donne o agli over 50. A tal proposito sono state sovvenzionate delle misure volte a tutelare proprio queste categorie più svantaggiate. Seguendo tali direttive è più semplice per i datori di lavoro offrire un posto adeguatamente remunerato ad alcuni candidati. Quando parliamo di assunzioni agevolate ci rifacciamo proprio a questo tipo di misure. In particolare si tratta di una speciale tipologia di contratto finalizzata all’inserimento e al reinserimento di alcune specifiche categorie di cittadini nel mondo del lavoro. L’impresa che deciderà di assumere tali individui potrà contare di alcuni benefici, in particolare, potrà contare su uno sgravio contributivo molto elevato, pari quasi al 100%.

Affinché questa misura possa essere messa in atto dall’impresa è necessario che:

  • il datore di lavoro non deve aver eseguito tagli al personale nei mesi che precedono l’assunzione agevolata
  • l’impresa non sia in piena crisi

Chi può beneficiare di queste assunzioni?

Ma chi può beneficiare di un’assunzione agevolata? Sicuramente questa misura è rivolta a coloro che hanno maggiori difficoltà ad inserirsi e reinserirsi nel mondo del lavoro. Nello specifico tali assunzioni privilegiano:

  • gli ultra50enni
  • disoccupati da oltre 12 mesi con un età superiore ai 50 anni
  • lavoratori in cassa integrazione
  • donne o atlete di qualsiasi fascia d’età

Generalmente questa possibilità è finalizzata a beneficiare soprattutto la zona del sud Italia, dove vengono registrati tassi di disoccupazione più elevati rispetto ad altre zone d’Italia.