L’ecommerce è un buon modo per iniziare un’attività in proprio

21 marzo 2016 admin

Il sogno della maggior parte di noi è quello di iniziare un’attività in proprio, al fine di ottenere l’indipendenza finanziaria. Nel 2010, lo studio Global Entrepreneurship Monitor (GEM), responsabile per la mappatura di 60 paesi aveva indicato il Brasile come il paese con il più grande numero di imprenditori all’interno del blocco di paesi che compongono il G20 e dei paesi BRIC. Al momento, circa 22 brasiliani che hanno scommesso sulla propria azienda, hanno già raggiunto i 3 anni e mezzo di attività.

Attualmente, la situazione non è molto diversa. Anche nel 2015, lo stesso sondaggio ha posto nuovamente il Brasile nella leadership imprenditoriale, addirittura davanti a nazioni come il Regno Unito, Stati Uniti e Giappone.

Che sia il vostro sogno o una necessità, la tendenza è quella di continuare ad investire per iniziare un’attività in proprio. E tra i diversi segmenti, dimensioni e tipi di investimento di capitale per la creazione e il consolidamento di una società, la creazione di un negozio virtuale può essere un’alternativa redditizia e conveniente di investimento per molti dei futuri imprenditori.

Lo scenario internazionale favorisce l’utilizzo dell’ecommerce per iniziare un’attività in proprio

Mentre molti settori dell’economia affrontano direttamente gli effetti della crisi internazionale, altri continuano a crescere. Solo durante il Natale scorso, le attività di ecommerce hanno registrato un aumento del 26% nelle vendite.

Gran parte della crescita degli e-commerce più promettenti è dovuta a diversi miglioramenti strutturali offerti al pubblico, come la consegna veloce, il buon servizio e la comunicazione con i clienti, sconti, promozioni e prezzi interessanti. Questa naturale maturazione dell’e-commerce sta attirando sempre più nuovi consumatori.

Un altro fattore che può aumentare ulteriormente le vendite su Internet è che nonostante l’inflazione registrata in molti paesi del mondo, alla fine i consumatori utilizzano il web sempre di più come uno strumento per cercare e risparmiare sui vari acquisti.

I beni durevoli e di grande consumo come la moda, profumeria, medicina e l’elettronica, per esempio, sono diventati i prodotti oggetto delle ricerche più frequenti su Internet. Pertanto, chi riesce ad offrire i migliori prodotti con le migliori condizioni di vendita, avrà più possibilità di successo e mantenere i suoi potenziali clienti .

Quali sono i vantaggi offerti da un ecommerce?

Entrare nel settore dell’e-commerce richiede le stesse sfide e preparazione di qualsiasi altra attività. Tuttavia, grazie alle tante tipologie disponibili sul mercato, potete trovare sicuramente il tipo di ecommerce in grado di soddisfare le vostre aspettative e che si addica meglio agli investimenti iniziali disponibili. Quindi, vale sempre la pena di fare una ricerca e una pianificazione attenta, della propria esperienza nel commercio elettronico.

Investimento Iniziale

Chi non ha ancora una propria sede può comunque iniziare un’attività nella sua nicchia, senza la necessità di un negozio fisico, che comporterebbe una serie di costi quali affitti, tasse, tasse di servizio per acqua, elettricità, telefono e internet, oltre agli stipendi di eventuali dipendenti . Senza parlare di una eventuale strutturazione dello spazio per il pubblico, come i mobili e le decorazioni.

Ricordate che per aprire un negozio online è necessario disporre di una piattaforma per l’ecommerce che sia flessibile e allo stesso tempo ideale per il vostro tipo di attività, che consenta soprattutto la personalizzazione del sito web e l’interazione con i principali mezzi di pagamento utilizzati dagli utenti di Internet.

E’ importante notare anche che occorrerà disporre di uno spazio fisico per lo stoccaggio, nonché considerare i costi per le applicazioni e gli impianti di stoccaggio e logistici.

 

Più possibilità di scelta di marchi e prodotti

Milioni di persone sono costantemente connesse a Internet. Con le giuste strategie di SEO (Search Engine Optimization) e la comunicazione (che può anche essere effettuata on line attraverso i canali elettronici dei mezzi di comunicazione moderni come il social networking) il vostro negozio online potrà guadagnare alta visibilità nelle ricerche dei consumatori.

Inoltre, un negozio virtuale è accessibile 24 ore al giorno, sette giorni alla settimana, in qualsiasi parte del mondo. Ricordate poi che le persone usano vari mezzi per rimanere in contatto, e gli acquisti nel negozio virtuale possono essere completate non solo attraverso i computer, ma anche attraverso connessioni mobili effettuate tramite smartphone e tablet.

Pertanto, dovrete pagare per adattare il sito per il vostro ecommerce ai diversi modi di interagire con i consumatori, garantire l’accesso e offrire una navigazione comoda anche per quelle visite fatte attraverso i dispositivi mobili.

Espansione della propria Attività

Pochi ambienti sono così fruttuosi per partnership commerciali, quanto Internet. Un imprenditore online può ad esempio portare il proprio negozio verso nuovi mercati, raggiungendo quindi un pubblico più ampio e aumentare di conseguenza, il flusso di vendite.

Definire le linee guida per la creazione del marchio aziendale

16 marzo 2016 admin

Avere una guida appropriata per la creazione dello stile del proprio marchio aziendale è qualcosa di cui ogni azienda ha bisogno per mantenere costante la propria identità di marca, a prescindere da chi la crea e che sia coerente su tutti i mezzi di comunicazione. Tuttavia, non tutti ne hanno una.

Saper definire il proprio marchio aziendale in modo coerente, permette di offrire una immagine professionale della propria società.

 

La guida di stile di un marchio aziendale è fondamentalmente un documento che elenca tutte le informazioni di vitale importanza per creare qualsiasi tipo di comunicazione inerente la vostra azienda, che sia un sito web, una brochure informativa, il design di un logo, o la vostra pubblicità. Avendo questo documento, le cose saranno più semplici e veloci. La domanda è, se questo documento è così importante, perché non tutte le aziende ne hanno uno? La verità è che, anche se esso facilita di molto la vostra vita dopo che è stato creato, creare una guida di stile prende un sacco di fatica e tempo, qualcosa che molte aziende non hanno al giorno d’oggi.

In questo senso, se si pensa a tutto il tempo che qualcuno impiega spiegare a un designer lo spazio esatto occupato da un logo, i colori richiesti per lo stesso in ogni documento, o mantenere lo stesso carattere, quando diverse persone sono responsabili della creazione di documenti e quando la vostra azienda ha assunto più di un designer… Come potete facilmente intuire, per fare tutto ciò sarebbe necessario molto tempo.

C’è da considerare anche che, col passare degli anni, lo stile del logo del proprio marchio aziendale può subire un cambiamento, e una guida di stile farà risparmiare un sacco di tempo.

Creare una guida di stile per la vostra attività richiede un certo impegno, ma sul lungo periodo ne vale certamente la pena. Di seguito vi diamo alcuni suggerimenti su come condividere con i vostri responsabili creativi alcune informazioni essenziali che si dovrebbero prendere in considerazione durante la creazione di un marchio aziendale:

Dimensioni e posizione del logo del marchio aziendale

Il design del vostro logo è di solito il più importante elemento per identificare il marchio aziendale ed essere coerente ovunque sia visualizzato. La vostra guida di stile dovrebbe includere  il modo esatto in cui sarà il design del vostro logo, anche e soprattutto nel caso in cui dovrà variare a seconda del settore di attività.

 

Carattere

Una cosa fondamentale è quella di avere un carattere unico per tutti i documenti da pubblicare nei media tradizionali e digitali; questo vi farà apparire più professionali. Nella vostra guida di stile dovrete indicare il tipo di font e la dimensione a seconda delle diverse finalità (come i titoli o le didascalie delle immagini). Anche la spaziatura ed i bordi delle pagine devono essere specificati oltre a quali font o caratteri non dovranno mai essere usati.

 

Paletta di Colori

I requisiti sui colori dovrebbero essere menzionati il più spesso possibile. Utilizzate la codifica esadecimale, i valori CMYK o i codici colore Pantone. Assicuratevi inoltre, che i colori vengano testati prima di passare ad ogni stampa o pubblicazione definitiva. Questo è importante per evitare qualsiasi discrepanza tra ciò che viene visualizzato on-line e ciò che viene impresso sul materiale stampato.

 

Icone e altre Immagini

L’iconografia può aiutare il vostro marchio aziendale ad inviare un messaggio che si distingua dalla massa. È necessario specificare anche questo nella vostra guida, quindi deve essere usato in modo appropriato in tutti i vostri documenti. È possibile parlare delle variazioni che possono essere apportate ai colori o stabilire un filtro per scopi diversi, come il modello di un rapporto rispetto al modello utilizzato in una busta per lettere, o sui pacchi in spedizione.

 

Foto / Stile delle Illustrazioni

La fotografia è sempre una rappresentazione visiva e diretta del vostro marchio e di ciò che rappresenta. La gente riconosce un marchio aziendale dalle immagini che vengono pubblicate, e includere questo nel vostro stile di guida vi permetterà di risparmiare un sacco di tempo, quando avrete a che fare con diversi fotografi. Tuttavia, sarebbe una buona idea aggiungere alcune foto all’interno della vostra guida per i fotografi, in modo da fornire loro una migliore idea di ciò che volete cercare di rappresentare.

 

Siti Web

Allo stato attuale, avere online il proprio marchio aziendale è molto importante. Il vostro sito web dovrebbe riflettere il marchio aziendale in ognuna delle sezioni di cui è composto. Anche se alcuni elementi quali i font, il colore o la spaziatura possono essere trasferiti facilmente dalla stampa ai media digitali, ci sono altre questioni da considerare riguardanti in modo specifico il vostro sito web, come ad esempio il modo giusto in cui una sezione deve fluire o connettersi alla successiva o come la scheda o di navigazione dovrebbe essere in linea col lo stile generale del vostro marchio aziendale.

 

Ecco in definitiva quali sono tutti gli elementi da considerare attentamente, soprattutto quando si vuole portare il proprio marchio aziendale su diversi mezzi di comunicazione, in modo che sia sempre coerente e riconoscibile.

Come realizzare l’innovazione in una azienda

11 marzo 2016 admin

L’innovazione può posizionare molto bene un’azienda sul mercato. Ci sono diversi esempi di ciò, basti pensare alle ben note WhatsApp, Facebook, insieme a molte altre ancora, non solo nel settore informatico. I servizi realizzati da queste aziende erano buone idee che, per la loro funzionalità, sono state proiettate a livello internazionale.

L’innovazione è ciò che permette al mercato di evolversi, e può servire ad un’azienda per distinguersi e magari avere un successo maggiore.

Tenendo sempre a mente tutto questo, è necessario comprendere l’importanza dell’innovazione. Nel nostro articoli vi forniamo alcuni suggerimenti su come cercare di creare innovazione nella vostra azienda:

Qualità

I valori principali che tutti i dipendenti e lo stesso proprietario dovrebbero conoscere e mettere sempre in pratica sono l’imprenditorialità, la creatività e la curiosità.

 

Comportamento

Il comportamento che il proprietario di un’azienda mette in atto per raggiungere i propri obiettivi deve servire come fonte di ispirazione e modello per i dipendenti a cercare e accettare le nuove sfide.

Ambiente

La propria azienda deve avere un ambiente di lavoro positivo e nel quale la prima direttiva sia di collaborazione tra il processo decisionale e il personale lavoratore.

Mezzi

Un’azienda che intende fare innovazione deve essere in grado di avere persone e sistemi che permettono di comunicare le idee rapidamente.

Processi

Occorre avere dei protocolli per i processi di realizzazione delle nuove idee, che siano abbastanza precisi per sapere sempre cosa fare.

Successo

L’azienda deve essere percepita sia dal mercato che dai suoi dipendenti, come un soggetto che raggiunge il successo attraverso l’innovazione. Per questo si dovrebbe essere ben visti dal di dentro, allo stesso modo che dall’esterno.

 

Non sottovalutiamo mai l’importanza dell’innovazione, se vogliamo rimanere sempre competitivi su un mercato in continuo cambiamento.

I negozi virtuali spiccano durante le crisi

3 marzo 2016 admin

Nonostante la crisi economica, nel 2015 in Italia i negozi virtuali (noti come e-commerce) hanno avuto un fatturato superiore all’anno precedente.

 

Il fatturato medio dei negozi virtuali ha avuto un significativo aumento, pari al 16%. Ciò significa che, nel primo semestre del 2015 sono stati fatturati più di 16 miliardi di dollari dai soli e-commerce italiani, mentre il valore è stato di poco superiore ai 14 miliardi di dollari, nei primi sei mesi del 2014.

Attraverso questo studio, è stato appurato che i consumatori sono migrati dai negozi fisici a quelli on-line, un flusso può anche essere notato da alcuni imprenditori, dal momento che il commercio elettronico è un canale a due vie, che avvantaggia sia il venditore che l’acquirente.

Mentre gli imprenditori risparmiano sulla manodopera e sull’affitto degli spazi nei centri commerciali o in altri luoghi, vedendo quindi una riduzione dei costi alla fine del mese, il consumatore ha iniziato a diminuire i costi per lo spostamento fino al luogo di acquisto, per il parcheggio e l’alimentazione sul posto.

A causa della crisi, la popolazione ha meno soldi da spendere durante lo shopping, così è diventato importante potere analizzare il rapporto costo-efficacia ed effettuare la spesa nei negozi virtuali online, dove ci sono offerte rapide, sconti e molte volte i prodotti hanno un prezzo più basso che nei negozi fisici.

 

Suggerimenti per raggiungere il successo con il tuo negozio virtuale

Il primo passo è quello di ospitare il proprio e-commerce su una piattaforma che offra tutte le caratteristiche che necessarie senza inutili lungaggini burocratiche come con Magento, il più utilizzato in tutto il mondo perché garantisce un ambiente online più sicuro e la facilità di navigazione agli utenti.

Inoltre, è fondamentale effettuare una corretta pianificazione in modo che il sito non sia limitato ai normali browser per PC. Dovrà invece adattasi anche alle piattaforme mobili, facendo in modo che più persone possano avere un accesso facile e veloce ai prodotti o servizi con un solo tocco.

Si deve poi richiamare l’attenzione dei vostri clienti agendo sulle immagini dei prodotti. Le immagini devono essere ben realizzate per riuscire a conquistare le persone e renderli disposti a comprare. Oltre a questo, è anche interessante investire il proprio tempo in brevi testi che parlino dei vantaggi e delle funzioni di ciascun prodotto.

Per una corretta gestione dei negozi virtuali è importante investire nella logistica per la distribuzione dei prodotti. In questo modo è possibile mantenere la cura adeguata e rispettare la scadenza di consegna promessa, perché a nessun cliente piace essere tenuto in attesa più del necessario, per ottenere il prodotto che acquista.

Un altro aspetto da considerare e studiare è l’imballaggio utilizzato per consegnare i prodotti ai clienti. Deve essere abbastanza resistente, in modo che tutti gli elementi rimangono intatti e raggiungano integri il luogo di consegna.