L’m-commerce cresce più dell’e-commerce

11 gennaio 2016 admin

Un recente studio pubblicato dal Coupofy, una società statunitense specializzata in banche dati online ha rivelato che gli acquisti effettuati tramite dispositivo mobile (m-commerce) dovrebbero raggiungere una crescita del 42% annuo tra il 2013 e il 2016 in tutto il mondo.

I rivenditori che non si sono adattati a permettere gli acquisti on-line tramite m-commerce, sono svantaggiati

Per avere un’idea ancora più chiara della portata dell’m-commerce, l’indagine ha rilevato che la crescita del commercio elettronico tradizionale è stimato al 13% nello stesso periodo.

 

I paesi che comprano di più con m-commerce

Tra le nazioni nelle quali si effettuano più acquisti da dispositivi mobili, ci sono la Danimarca (55%), la Norvegia (54%) e la Svezia (52%). Tuttavia, i paesi che hanno registrato il più rapido incremento della pratica dell’m-commerce sono stati l’India (62,9%), Taiwan (62,9%) e Malesia (45,6%).

Anche il Brasile è entrato nella lista degli amanti dello shopping da cellulare, che ora rappresentano il 10% delle transazioni effettuate nel paese.

 

I leader delle vendite di m-commerce in tutto il mondo

Amazon è ancora in testa, quando si tratta di e-commerce e m-commerce. Il suo fatturato da cellulari e tablet è cresciuto del 110% nel 2014, raggiungendo quasi i 17 MILIARDI di dollari. Seguono il gigante Apple, Jingdong Mall e Google Play. Altre importanti rivenditori online come Wal-Mart e Sears appaiono rispettivamente, nella sesta e nona posizione della top ten dell’m-commerce.

 

Cosa acquistano le persone attraverso i dispositivi mobili?

Secondo il sondaggio, abbigliamento e accessori sono gli articoli più acquistati dal 28,7% delle donne e il 17,2% degli uomini. Vengono poi gli articoli della salute e gli articoli di bellezza (14,1% delle donne e il 5,9% degli uomini), quindi gli articoli sportivi (12,5% delle donne e il 24,7% uomini). Categorie come i Dispositivi Mobili,  Prodotti per gli Animali, Prodotti Alimentari, Computer ed elettronica; Libri; Musica e giochi; Bambini e Giocattoli e Articoli per Automobili, costituiscono dall’11,8% al 1,4% degli acquisti effettuati da dispositivi mobili.

 

L’adattamento è necessario

La popolarità di tablet e smartphone sta decisamente trasformando l’e-commerce. Anche le regole applicate da Google per stabilire la priorità di visualizzazione delle pagine nei risultati delle loro ricerche funzionano meglio sugli schermi dei dispositivi mobili.

Coloro che cercano di rimanere alla pari con la concorrenza, non possono più perdere altro tempo – o denaro. Molto presto, utilizzare una piattaforma espressamente dedicata ai sistemi operativi mobili, sarà un requisito fondamentale per il completamento delle vendite online.